Cerca:

Bonus Mobili Giovani Coppie 2016

Bonus Mobili
Gen 10 2016

Bonus Mobili Giovani Coppie 2016

Per le coppie coniugate è sufficiente che i soggetti risultino coniugati nel 2016 non hanno superato, almeno da parte di uno dei componenti la giovane coppia, i 35 anni di età. Il requisito viene considerato rispettato dai soggetti che compiono il 35° anno d’età nell’anno 2016, senza considerare il giorno ed il mese in cui ciò avviene.

La coppia è acquirente di un’unità immobiliare da adibire ad abitazione principale. L’unità immobiliare può essere acquistata a titolo oneroso o gratuito e l’acquisto può essere effettuato da entrambi i coniugi o conviventi more uxorio o da uno solo di essi. In quest’ultimo caso l’acquisto deve essere effettuato dal componente che non ha superato il 35° anno di età. L’acquisto dell’unità immobiliare può essere effettuato nell’anno 2016 oppure essere stato effettuato nell’anno 2015.

BENI AGEVOLABILI – Bonus Mobili Giovani Coppie 2016

La detrazione riguarda le spese sostenute dal 1° gennaio al 31 dicembre 2016 per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della principale abitazione della giovane coppia. L’acquisto può essere effettuato anche prima che si verifichino i requisiti sopra indicati. Non sono comprese le spese per l’acquisto di grandi elettrodomestici.

AMMONTARE DELLA SPESA DETRAIBILE – Bonus Mobili Giovani Coppie 2016

La detrazione, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali, spetta nella misura del 50% per spese sostenute dal 1 gennaio al 31 dicembre 2016 su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro.

Può essere sostenuta indifferentemente:

Da parte di entrambi i componenti la giovane coppia;
Da uno solo dei componenti la giovane coppia, anche se diverso dal proprietario dell’immobile e anche se ha superato i 35 anni d’età;
La detrazione per le giovani coppie non è in alcun modo cumulabile con il vecchio bonus mobili e grandi elettrodomestici.

ADEMPIMENTI – Bonus Mobili Giovani Coppie 2016

Il pagamento può effettuato mediante bonifico o carta di debito o credito. Non è più necessario utilizzare il bonifico appositamente predisposto da banche e Poste s.p.a. per le spese di ristrutturazione edilizia (bonifico soggetto a ritenuta). Ammettendo anche il pagamento tramite bonifico ordinario viene meno dunque la ritenuta dell’8% a carico del rivenditore. Il bonifico ordinario può essere da ora in poi utilizzato come forma di pagamento anche per usufruire del bonus mobili e grandi elettrodomestici.

0 Comments
Condividi
Nessun Commento

Commenta

0
Connecting
Please wait...
Chat Live - Offline

Spiacenti nessun operatore online disponibile! Puoi comunque scriverci un email compilando il form sottostante!

* Nome
* Email
* Descrivi la tua richiesta
Accedi adesso

Hai bisogno d'aiuto? Risparmia tempo e scrivici direttamente in chat!

* Nome
* Email
* Descrivi la tua richiesta
Chat Live - Online
Feedback

Il nostro operatore ha soddisfatto le tue richieste? Inviaci il tuo feedback a info@clmarredamento.it

Siamo riusciti a risolvere i tuoi dubbi?
CLM ARREDAMENTO NEWSLETTER
Iscriviti alla newsletter e rimani sempre aggiornato sulle promozioni e novità!